A TE CHE SEI LA MIA POESIA

A TE CHE SEI LA MIA POESIA

17 Luglio 2019 0 di Timoteo Lauditi

A chi regalerò le poche mie parole
se non ci sei tu a raccoglierle
per rivestirle con versi e rime?
A chi concederò gli enigmi
dei reconditi miei respiri
se non a te che mi ispiri?
A te che catturi ogni mio pensiero
con l’egual stupore di bambina
e lo scolpisci con lo sguardo acceso della luna
A te che rendi leggero come luce
anche il più profondo affanno
A te concederò di aprirmi
Di entrarmi dentro coi tuoi occhi
E rovistare tra tesori e cocci.
Potrai scavare tra i ricordi
e anche fra gli amori ignoti.
A te mi denuderò, ma con pudore,
restando dietro un velo, per non morire.
Ti parlerò fino ad invaghirmi
E mi innamorerò di te per sempre,
di te, che sei la mia poesia.

Timoteo Lauditi, 17 luglio 2019
Tutti i diritti riservati

Please follow and like us:
error20
Tweet 20