Autore: Timoteo Lauditi

Timoteo Lauditi, è nato a Basilea nel febbraio 1962, dove è vissuto, dopo una parentesi di circa 4 anni in Abruzzo - Italia durante l'adolescenza. Quei pochi anni in Italia, gli hanno maturato l'amore per la poesia. Ama la lettura e la scrittura, quest’ultima nella forma poetica. Considera la poesia un modo per far dire alla penna ciò che la bocca non esprimerebbe facilmente e spontaneamente; un esercizio per scoprirsi e relazionarsi con l’imo proprio e altrui; un modo per rivelare sentimenti senza svelarsi.
23 Gennaio 2020 0 di Timoteo Lauditi

“Facciamo l’uomo a nostra immagine”

Ogni anno, il 27 gennaio, commemoriamo coloro che furono vittime della Shoah, e nel nostro intimo proviamo orrore, ribrezzo, dolore per quello di cui è stato capace l’uomo. Non proveremmo questi sentimenti se fossimo figli del più adatto, del più forte. Sentiamo questi sentimenti perché siamo stati creati ad immagine e somiglianza di Dio e abbiamo nell’intimo la consapevolezza che nessun essere umano ha il diritto di dominare sull’altro; nessuno è più meritevole dell’altro.

17 Dicembre 2019 0 di Timoteo Lauditi

Chi è davvero il mio prossimo?

lo so di dover amare il mio prossimo e di dovermi prendere cura dei poveri, degli orfani e delle vedove, degli stranieri e degli ammalati; ma non sono troppi? Sono veramente tutti ‘il mio prossimo’? Anche quelli che vengono dal paese vicino? E quelli dell’altra nazione? Ma non hanno a casa loro dei prossimi più prossimi di me? Io non devo interessarmi prima dei miei? della mia famiglia e dei miei vicini? dei connazionali? Non c’è un limite allo spazio in cui rientra un mio presunto prossimo senza per questo perdere il vestito ‘cristiano’?